Diaries
Lifestyle

Agende 2019-2020 per gli appassionati di cancelleria

Sabato scorso ho messo piede nella Feltrinelli e ho trovato l’ingresso invaso da agende 2019-2020, quaderni, taccuini, planner, astucci e tantissima altra cancelleria che, su un’appassionata come me fa l’effetto “bimba in negozio di giocattoli”: avete presente?

Sono anni che mi dico che “la scuola è finita” e che “è ora di convertirsi al digitale”, ma il fascino della carta e delle agende sopravvive indisturbato, così che uno dei miei crucci da qui alla fine dell’anno sarà: quale sarà l’agenda per il 2020? Sì, non appena vedo le novità inizio a pensarci.

Per chi segue il calendario scolastico, i mesi da giugno a settembre sono i momenti in cui trovare risposta alla domanda: “è lei, la tua agenda 2019-2020?”

L’agenda è un oggetto che ti accompagna per tutto l’anno, che è ogni giorno in borsa o sulla scrivania e sulla quale annoti impegni, appunti, obiettivi, numeri di telefono, prenotazioni e quant’altro. Scegliere un’agenda che non si addice al nostro stile di vita (perché ha troppo spazio ed è pesante, o perché ne ha troppo poco), rende l’organizzazione del tempo un compito frustrante, in grado di incidere sull’umore della giornata e sullo stesso utilizzo dell’agenda, che potrebbe finire abbandonata nel cassetto e la conseguente vittoria definitiva di Google Calendar che, a differenza dell’agenda cartacea, è sempre con te e ti ricorda le cose senza che tu debba ricordarti di consultarlo.

Non è un post sponsorizzato, vi segnalo le agende 2019-2020 che ho trovato interessanti, con la promessa che torneremo sull’argomento per analizzare altri modelli di agenda e di gestione del tempo.

Ads

Mr Wonderful

Se andassi ancora a scuola, probabilmente comprerei le agende di Mr Wonderful: sono una carica di ottimismo e buon umore per affrontare la giornata. Hanno un sacco di stickers colorati, e riquadri per note, le spese, l’umore che uniscono l’agenda al bullet journal e sono sicura che da ragazza l’avrei amato follemente.

Le loro agende sono di tre tipi: quelle piccole, ovvero rilegate in brossura e con la copertina in gomma super colorata, quelle a spirale e quelle definite sketch che sono le più grandi.

Per ogni categoria c’è la versione giornaliera e settimanale.

Per la versione giornaliera ad ogni giorno è dedicata una facciata, mentre il sabato e la domenica occupano insieme una facciata.

La versione settimanale, invece, prevede tre giorni a facciata. È molto comoda perché in un occhio solo si ha lo sguardo su tutta la settimana e si ha abbastanza spazio per scrivere in ogni giorno.

Ci sono ben 8 pagine di adesivi per personalizzare l’agenda e all’inizio del mese pagine in cui segnare playlist, spese e altre cose utili, a seconda dell’agenda scelta.

Vi lascio il link all’e-shop di MrWonderful per maggiori dettagli.

Legami

Legami è un’azienda italiana che fino a qualche anno fa era famosa per le sue agende minimali e super colorate rispetto alle Moleskine che esistevano principalmente nelle varianti nera e rossa (parlo dell’epoca antecedente alle edizioni limitate, quindi una decina di anni fa).

In alternativa, esistevano le agende a spirale con le copertine che riportavano stampe di quadri famosi: il bacio di Klimt (o l’albero della vita), le ninfee di Monet, le ballerine di Degas o qualche quadro di Van Gogh o di Renoir.

Negli ultimi anni hanno aggiunto una linea super carina con frasi motivazionali, lama, alpaca, bradipi, cactus e fenicotteri. Hanno aggiunto alla classica alternativa tra l’agenda seriosa con la copertina in ecopelle o quella a spirale, anche queste versioni con la copertina in cartoncino rigido che le rendono molto leggere e carine.

Ho avuto modo di usare le agende di Legami sia per l’università che per il lavoro e Legami mi ha fatto scoprire che non sono portata per le agende con le spirali, mentre mi trovo bene con quelle con le rilegature tradizionali.

Le agende di legami sono da 18, 16 o 12 mesi: della versione da 18 mesi esiste solo il formato settimanale, mentre quelle da 16 e 12 mesi hanno anche la versione giornaliera e addirittura esiste una versione bi-giornaliera per l’agenda da 12 mesi.

L’interno di queste agende è molto minimalista, perfetto se le si vuole personalizzare o se si ha bisogno di spazio per scrivere i propri impegni. Tuttavia, la versione settimanale ha i giorni della settimana su una sola pagina, mentre la pagina accanto ha un foglio a righe che regala dello spazio extra per appuntare quello che non entra nei singoli giorni oppure impegni non necessariamente relativi a un giorno specifico.

Sul sito di Legami trovate tutte le info e i tantissimi modelli disponibili.

Moleskine

L’agenda giornaliera di Moleskine è al momento la mia ancora nei momenti di incertezza. Nella sua versione media o mini, classica o edizione limitata, oppure persino la mini-settimanale, è al momento l’agenda con cui mi sono trovata meglio.

Minimalista per scelta, trovo meravigliose le righe larghe (perfette per chi come me ha una grafia piuttosto grossa) rispetto alle altre agende, amo la carta sottile e il tono caldo del bianco.

Ho una predilezione per la versione giornaliera, mentre per quanto riguarda la versione settimanale, preferisco quelle con i giorni divisi tra le due pagine, come Legami o Letts of London.

Vi lascio, come sempre, il link al negozio online di Moleskine per dare un occhio alle mille edizioni limitate e a quelle monocolore. Io mi sono limitata a due esempi di edizione limitata: Alice nel Paese delle meraviglie e Doraemon.

Letts of London

Il 2019 è stato il primo anno in cui ho sperimentato un’agenda della celebre casa Letts of London: una piccola agenda settimanale che ha il pregio di avere i giorni della settimana ripartiti tra le due pagine e di dedicare uno spazio al sabato e uno alla domenica, contrariamente a molte agende che il weekend lo trattano in modo unitario.

Anche questa agenda ha un taglio molto minimalista e più serio rispetto alle altre agende, ma si fa perdonare con alcune fantasie molto interessanti.

Personalmente non amo le righe strette delle agende di Letts of London (ma probabilmente perché io ho la grafia grande), la carta è spessa e di ottima qualità e assorbe subito l’inchiostro che non traspare da una pagina all’altra.

Vi lascio i link al sito ufficiale di Letts of London.

Queste sono alcune agende scolastiche, torneremo sull’argomento in autunno e chissà quale sarà la mia scelta!

Voi avete già un’idea? Vi piace cambiare o siete fedeli ad una sola agenda? Siete un tipo da agenda settimanale o giornaliera? Avete un’agenda preferita o volete che ne testi una in particolare?

Scrivetelo qua nei commenti!

A presto!

Alessandra

Ads

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: